Lilypie - Premature Baby

mercoledì 3 aprile 2013

Caro amore mio...


Caro dolce amore mio,
durante i tuoi 40 giorni in Patologia Neonatale ho scritto quasi tutti i giorni un diario fatto di tante lettere per te, con l'intento di fartele leggere quando saresti venuta a casa pensando a quei giorni solo come un brutto ricordo.
E invece mia piccola Maya mi ritrovo oggi ad avere il diario sopra il comodino senza la voglia e il coraggio di rileggere quelle pagine, tu non ci sei e per me sono il racconto di tutti i giorni sofferenti fatti di speranze vanificate che abbiamo trascorso insieme in ospedale.

Mi ritrovo qui a continuare a scriverti perché ho solo due possibilità per parlarti: parlarti sperando che tu mi ascolti e scriverti buttando giu' i miei pensieri sapendo che non li leggerai mai con me.

Chissà se fossi nata solo prematura e senza le tue ali fatte di bolle se oggi saresti a casa con noi. Per me si perché il tuo peso alla nascita era più o meno di 1500 gr e dopo circa 3 mesi avresti raggiunto il peso giusto per venire a casa. E invece non è successo.

Pensa che se andava tutto bene nella mia panciona, saresti nata il 9 aprile, fra pochi giorni, ma dato che tutti dicono che di solito il secondo figlio nasce almeno 10 giorni prima, ti avrei ora tra le mie braccia. E invece nemmeno questo è successo mia piccola stella.

Chissà che bella saresti stata se il linfangioma non si fosse preso possesso del tuo corpo.
Avevi un musetto carinissimo fatto da due occhietti scuri che cercavano di scoprire il mondo e di catturare la luce di cui avevi bisogno, un nasino piccolo a patatina, la mia bocca piccola, le sopracciglia bionde e tanti capelli biondini. Eri si' prematura ma non così piccola come i bimbi di 800 gr o 1200 gr che dormivano in stanza con te, eri una bimba solo un po' più piccola di quelli che nascono a termine.
E poi c'erano le bolle, le tue ali, che i dottori chiamavano masse. Si' masse perché il linfangioma è a tutti gli effetti un tumore, anche se benigno. La tua nonna ovvero la mia mamma ce l'ha portata via proprio un t@@@@e, un colangiocarcinoma, una malattia che colpisce i tubicini che portano la bile al fegato. Se n'è andata il 25 marzo di due anni fa ma ti racconterò di lei in un altro momento. Spero comunque tu la stia conoscendo giorno dopo giorno nella vostra nuvoletta e che lei si stia prendendo cura di te. La nonna era bravissima con tuo fratello Mattia, nei 5 mesi che sono stati insieme si sono amati nel vero senso della parola, si cercavano, si guardavano e si facevano tanti sorrisi, Lo addormentava, gli dava il biberon con il latte e la mela grattugiata, lo accarezzava e lo baciava in continuazione.
SONO SICURA CHE STA FACENDO TUTTE QUESTE COSE ANCHE A TE.
Tante persone mi hanno detto che sei la nipotina femmina che lei aveva sempre voluto e su questo sono d'accordo.
Tante altre hanno detto che era la tua nonna a volerti su con lei e su questo non sono per niente d'accordo, lei avrebbe voluto tu fossi qui con noi e guardare giù dalla sua nuvoletta i tuoi piccoli progressi giornalieri.
Guardo Mattia, tuo fratello, e vedo il tuo viso, guardo i suoi piedi e vedo i tuoi piedini piccoli, guardo le sue ciglia lunghe e vedo le tue ciglia bionde. Mi ricordo quando cercavi di aprire gli occhietti ma avevi il viso gonfietto perché il tuo cuoricino iniziava ad essere stanco e non riuscivi ad aprire quello destro e io ti aiutavo con le mani per farti fare meno sforzo.
Ricordo un giorno della settimana prima che te ne andassi in cielo: erano gia' le 19:20 e il tuo papa' era andato a fumarsi una sigaretta e ti aveva gia salutata ed eravamo da sole nella tua stanza, l'infermiera di stanza era un attimo in pausa e non c'erano genitori degli altri due bimbi. Hai aperto gli occhi e hai iniziato a guardarti in giro muovendo anche leggermente la testa, hai guardato il soffitto della tua culla, a sinistra e poi a destra verso di me.
Dicono che i bimbi fino ai 2 mesi vedono solo ombre ma io sono sicura tu mi abbia cercato, tu abbia voluto vedere di chi era la mano e le dita che ti accarezzavano in quel momento. Hai tenuto gli occhietti aperti per tanto tempo e ho fatto anche un filmato che guardo molto spesso.

Maya sei nella mia mente, nel mio cuore e nella mia testa. TI VOGLIO UN GRAN BENE.
Mamma

37 commenti:

  1. Hai vissuto il dolore più grande che si possa provare, ma lo descrivi con una dolcezza infinita...
    Ti abbraccio forte!
    E sono sicurissima che Maya lassù è coccolata dalla nonna...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che dal mio post traspaia dolcezza.
      Speriamo che la nonna la stia coccolando e tenendo tra le braccia come farei io ogni minuto della mia giornata.

      Elimina
  2. Francesca mi lasci sempre con le lascrime agli occhi e senza parole.
    Io sono credente, e penso che lassù ci sia tua madre che con un grande abbraccio e sorriso adesso stia cullando Maya.
    Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vorrei rattristarti troppo con i miei post..spero che dato che in questo momento sono un pò arrabbiata con chi ha deciso di portarmi via il mio cucciolo, con la tua fede tu riesca a farmi capire che non è così. I credenti che incontrano di solito non la pensano così.
      Un abbraccio a te.

      Elimina
  3. Non credo nemmeno io che tua mamma abbia voluto con se Maya, anzi credo che abbia sperato con voi che lei ce la facesse. Saperla in buona compagnia un po' ti aiuta?
    Un abbraccio cara...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Moky saperla con la mia mamma mi rasserena un pò, è che faccio fatica ad avere la certezza che il Paradiso ci sia e quindi a volte sono un pò sfiduciata...
      Un abbraccio grande a te.

      Elimina
  4. Riesco solo a pensare che e' ingiusto quello che e' successo al tuo tesoro...e a te...
    mi dispiace davvero
    darling

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essermi sempre vicina cara Darling

      Elimina
  5. Franci sai cosa penso? Hai ragione, lei ti ha cercata e guardata per fissare in lei la tua immagine. Forse sapeva, forse lo sentiva e la tua mamma l'ha solo aspettata per fare le tue veci. Io credo nel mondo che verrà e in quel mondo lei ti sarà restituita. Ti abbraccio forte forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacciono un sacco come sempre le tue parole. Mi intenerisce il cuore sapere che mi guardava per fissare in lei la mia immagine perchè sapeva che non mi avrebbe più visto di persona. Grazie per avermici fatto pensare Anto.
      E' bello pensare che la mia mamma adorata la stesse aspettando.
      Mi fai venire voglia di fare un post su di lei...
      bacio

      Elimina
  6. Perché succedono queste cose?!?!? Piango per voi e per la risposta che non c'è e se c'è è ingiusta. I abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la risposta non la riesco a trovare, forse è venuta da noi per qualche motivo come mi dicono tutti ma non sono ancora sicura di quale esso sia. Un abbraccio a te

      Elimina
  7. ti posso abbracciare? un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che mi puoi abbracciare Annina..bacio a te

      Elimina
  8. Risposte
    1. Un abbraccio a te e grazie per avermi nominata nel tuo post.

      Elimina
  9. respiro e ti leggo.
    respiro e ti leggo.
    respiro.
    respiro.

    ora ci sono anche io con te.
    grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello questo tuo commento..davvero...grazie per esserci con me..anch'io ci sono con te.

      Elimina
  10. quanto amore leggo.

    un abbraccio

    valeriascrive

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero le voglio un bene immenso..grazie per essere passata

      Elimina
  11. abbraccione, sono nata prematura oltre quarant'anni fa, pesavo 1500 grammi e dissero a mia mamma che non sarei vissuta, mi hanno tasfuso del sangue infetto di epatite e ce l'ho fatta comunque. Purtroppo non tutti hanno questa fortuna, mio marito aveva un fratellino che è vissuto solo 16 giorni.
    Ti sono grata per il modo meravigioso che hai di condividere.
    Sandra

    RispondiElimina
  12. Cara Sandra, mi fa piacere sapere che tu nata prematura ce l'abbia fatta, penso alla gioia di tua mamma quando in patologia le hanno detto che saresti andata a casa..non oso immaginare..
    Come non oso immaginare il dolore di tuo fratello e dei suoi genitori, anzi sì che sono capace di immaginare purtroppo.
    Grata?eh mi imbarazzi..grazie

    RispondiElimina
  13. Francesca...è difficile trovare la parole. Ma gli abbracci, anche se virtuali, parlano. Ti stringo forte. Sei una donna coraggiosa. Ammiro il tuo immenso amore rivolto verso il cielo. Quell'amore non ti lascerà mai.
    E un grazie a Lucy, per avermi dato la possibilità di conoscere la tua storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo abbraccio me lo prendo!!si l'amore verso di lei è davvero immenso. Spero di rileggerti

      Elimina
  14. mi dispiace tanto, non dovrebbe accadere a nessuno una cosa tanto ingiusta..
    oggi ti porto tutto il giorno con me..
    un abbraccio fortissimo.
    Greta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Greta,
      spero non solo oggi!!
      A presto

      Elimina
  15. Ciao Francesca, leggendoti il primo sentimento che salta agli occhi e l'amore, non il dolore. Ti ammiro molto per il messaggio importante che porti e per il bene che fai.
    Io posso solo lasciare un pensiero per voi e soprattutto per il tuo coraggiosissimo angelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta traspaia il mio amore per lei..di dolore ce n'è comunque tanto!
      Grazie per aver detto che la mia piccola era coraggiosa..lo era e anche tanto forte perché nessuno avrebbe scommesso che vivesse così a lungo, dicevano ERA ATTACCATA ALLA VITA CON I SUOI ARTIGLI!!!

      Elimina
  16. io non commento mai, non ce la faccio, non trovo le parole...
    però è bellissima la tua forza, l'amore che supera il dolore, la dolcezza che si legge.
    vorrei che queste cose non accadessero, non a dei bambini...
    ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Tania grazie per aver apprezzato la dolcezza delle mie parole e per aver commentato dato che dici che non commenti mai.
      Spero di rileggerti ancora.

      Elimina
  17. Arrivo da Lucy. La tua storia è terribile e non ci sono parole che possano minimamente lenire un dolore così grande. Ti mando un abbraccio.
    Annalisa

    RispondiElimina
  18. Grazie per il tuo abbraccio Annalisa

    RispondiElimina
  19. Posso abbracciarti forte forte?
    Posso mandare una carezza a Mattia e un bacio a Maya? Siete nei miei pensieri.
    In una situazione difficile furono per me d'aiuto le parole di una persona cara: ovunque saprai vedermi io sarò con te. Maya è con voi.

    RispondiElimina
  20. Arrivo qui dal blog di AntonellaVì. Ho letto vari tuoi post tutti di un fiato.
    Non ho parole per esprimerti come mi sento quando scopro storie di meravigliosi angioletti come la tua Maya.
    Sono mamma anche io, quindi so come e quanto si può amare un figlio. Io ho due bimbi, la femminuccia ha 5 anni e mezzo e ha un disturbo dello sviluppo rientrante nello spettro autistico (per fortuna siamo in progresso, ma c'è molto da lavorare) mentre il maschietto ha 2 anni e 3 mesi.
    Ti seguirò da oggi in poi, cara Francesca, e parteciperò al tuo giveaway, perchè neppure a farlo apposta domani saranno due anni che la mia adorata mamma è volata in Cielo.
    Intanto ti abbraccio, sei una donna forte e una mamma dolcissima.

    RispondiElimina
  21. questo post è semplicemente commovente
    io non so che altro aggiungere!

    -------------------------------------------
    sinfonie d'una giovane stella il blog ©
    sono anche su facebook e su twitter darlene_shiver
    -------------------------------------------

    RispondiElimina
  22. Ciao,
    sono arrivata oggi al tuo blog per caso (?) e ho letto tutto di un fiato. Ti racconto in breve la mia storia ma limitandomi ai fatti perchè con le emozioni potrei riempire pagine e pagine e spero di avere tante occasioni per parlare con te. Ora sono mamma di leo che a giugno avrà 5 anni e di lorenzo che ne ha 2. Ma ho anche io un angioletto in cielo perchè prima di loro ho avuto, dopo cinque mesi di gravidanza, una bambina che per una grave malformazione non è potuta sopravvivere... non l'ho mai vista...sono rimasta nel buio per parecchi mesi.. poi è arrivato Leo e, dopo nemmeno due anni, ero di nuovo in attesa. Data prevista 15 dicembre. Ma il 15 dicembre mi ha riservato un duro colpo perchè proprio quel giorno Leo aveva un braccio gonfio e siamo andati al pronto soccorso. La diagnosi è stata tremenda "sarcoma" con tanto di commento ... se non ci sono metastasi forse lo salviamo. Leo è stato ricoverato d'urgenza in oncologia pediatrica e io non sono potuta stare sempre con lui perchè dopo due giorni ho partorito Lorenzo. E' stato il periodo più lungo della mia vita. Gli hanno fatto di tutto tac, scintigrafia, risonanza magnetica.. sempre in anestesia totale. Poi, a poche ore dall'intervento ci hanno detto che era un errore... Leo ha un angioma che a volte va in pressione e si gonfia.. non ti dico quanto ho pianto quel giorno.
    Ho sintetizzato estremamente il tutto per arrivare a dirti che, seppur con esperienze diverse, capisco ogni tua parola... So cosa vuol dire rimanere per giorni in ospedale appesi al filo della speranza. So cosa vuol dire non portare a casa la propria bambina.Capisco cosa si prova quando le persone ti chiedono o ancor peggio cercano maldestramente di consolarti.. Mi hai commosso davvero tanto ogni tua parola è come se fosse mia ... vorrei solo mandarti un abbraccio enorme. claudia
    mi trovi in http://casadimamma.blogspot.it/

    RispondiElimina
  23. Non avevo ancora letto questo post. Mi dispiace per la tua Maya e vi abbraccio forte. Sono sicura che anche se era tanto piccola e' riuscita a sentire tutto l'amore della sua mamma. La sua nonna non l'ha di certo voluta con se' ma ora che sono insieme, si stara' prendendo cura di lei...

    RispondiElimina